Messaggio 25 ottobre 2015, 18:06

Contest Radio Navali Attivazione nominativo speciale II0IADC

Questa è una delle tante iniziative promosse appunto dall’ ARMI alla cui associazione molti soci della sezione sono iscritti. Vuole, in questo caso ricordare, le radio istallate sulle varie navi e a cui il ministero ha assegnato un’ identificativo che è composto da quattro lettere delle quali la prima è sempre ovviamente la I e le altre tre identificano la nave. Alcune di queste sono vecchie navi che hanno portato il nome dell’Italia nel bene e nel male nei mari del mondo. Di solito il nominativo che uso in questa gara è II0IGZF che ricorda un vecchio traghetto che operava fino a qualche anno fa nel golfo di Taranto per trasportare marinai e bagnati nella stagione estiva alle isole poste di fronte a Taranto. A questo vecchio traghetto sono legati alcuni bei ricordi della mia famiglia.
Quest’anno il solito “vulcanico” Alessandro, ormai motore di tante iniziative legate alla radio, nelle sue ricerche ha trovato che quest’anno ricorreva il 101° anniversari della nascita dell’ammiraglio Agostino Straulino del quale Manzoni avrebbe detto: chi era costui?

Ed ecco la spiegazione: come tutte le marinerie del mondo anche l’Italia ha una gloriosa tradizione di navi scuola dove vengono addestrati i futuri ufficiali. La più famosa è naturalmente la Amerigo Vespucci ma ci sono anche delle imbarcazioni più piccole come appunto la Corsaro Secondo, La Stella Polare e la Palinuro. Agostino Straulino è stato appunto il comandante della Corsaro Secondo e veniva soprannominato “il padrone del vento”.

Questa in sintesi la sua storia:

Agostino Straulino nasce a Lussinpiccolo nell’isola di Lussino il 10 ottobre 1914 sotto l’Impero d’Austria e Ungheria, fra le città di Pola e Fiume.Viene imbarcato come primo Comandante della Nave Scuola Corsaro II con effetto dal 5 gennaio 1961: per prendere confidenza col veliero e con l’equipaggio fu effettuato un addestramento preliminare di un mese nel mar Tirreno.
Il 20 febbraio 1961 il Corsaro II partì dal porto di La Spezia con tappa a Palma de Maiorca e Gibilterra, poi fece una sosta a Santa Cruz de Tenerife nell’Arcipelago delle Canarie per arrivare poi a Martinica nelle Antille: da Tenerife a Martinica la navigazione senza scalo fu di 2.905 miglia per una durata di 19 giorni.
L’ammiraglio Straulino condusse poi il Corsaro II alla traversata del Canale di Panama con sosta a Colon, poi tappa a Balboa per arrivare infina a Los Angeles da cui partiva la regata Transpacifica fino ad Honululu di 2.250 miglia dove la Nave Scuola Corsaro II si classificava al 6^ in ordine di arrivo su 45 navi partecipanti e 4^ in classe A su 26 Yachts partecipanti; vinse poi la regata Honululu-Hawai a cui presero parte 15 imbarcazioni.
Nel viaggio di ritorno dalla Hawai a San Francisco furono percorse 2.630 miglia, poi andò a svernare a San Diego in California giungendovi il 20 settembre 1961. (Fonte Com. Piero Bernotti M.M.Stato Maggiore):
Nel 1961 lo Yacht Club Italiano conferì alla Marina Militare per l’attività espletata dalla Nave Scuola Corsaro II la TARGA D’ALBERTIS, trofeo in cui è raffigurato il vecchio, assegnato allo yacht protagonista della più grande impresa marinaresca a vela dell’anno.

Il contest si è svolto dal 12 al 23 settembre 2015 e per attivare il nominativo II0IADC hanno partecipato, oltre a sottoscritto, Alessandro IZ0JSD e Stefano I0LYO. Sono stati effettuati 1590 così distribuiti:

SSB 950
CW 562
Digitali 78

con le seguenti entità geografiche:

Croazia, Portogallo, Germania, Spagna, Eire, Moldavia, Estonia, Belarus, Francia, Gran Bretagna, Ungheria, Svizzera, Italia, Norvegia, Lussemburgo, Lituania, Bulgaria, Austria, Danimarca, Rep.Ceca, Slovacchia, Belgio, Danimarca, Olanda, Slovenia, Svezia, Polonia, Grecia, Russia, Ucraina, Latvia, Romania, Serbia, Israele, Giappone, Kazakistan, Hawaii, Stati Uniti, Antille Olandesi, Canada

Con questi QSO siamo arrivati quarti in assoluto e quarti in tutti i modi di emissione.

Immagine
La Corsaro Secondo in navigazione con le vele spiegate al vento

Immagine
Altra bella foto del Corsaro Secondo

Giulio IZ0FVD